Progetti

LABORATORIO SU RABBIA E POTERE

 

2015-11-20-rabbiaepotere-Ana-orizzontale copia

Per portare guarigione nelle nostre relazioni e nel mondo che ci circonda, è essenziale capire in profondità le dinamiche di Potere, Rango e Privilegio.

Attraverso gli strumenti dell’Arte del Processo e della Democrazia Profonda diamo valore alla diversità, nella società come dentro ognuno di noi, alle tante voci, parti e sentimenti.

Se scegliamo di usare il potere a beneficio dell’evoluzione dell’Umanità abbiamo bisogno di affrontare ed esplorare sentimenti quali la vulnerabilità, la rabbia, la vendetta.

Durante questo seminario impareremo a discernere il potere dalla rabbia, ad accedere all’energia che sta dietro quest’ultima, a trasformarla in una risorsa che possa supportare i nostri cammini di vita personali e di gruppo: un laboratorio esperienziale per coloro che si interessano allo sviluppo delle dinamiche di potere nelle relazioni quotidiane, per chi lavora in ambito sociale, facilitatori, trainers, insegnanti, coaches.

ANA RHODES CASTRO è Psicoterapista Transpersonale, supervisore e coach formatasi in Process Oriented Psichology ed altre metodologie. Da anni conduce trainings in tutto il mondo sui temi della Leadership, della gestione dei gruppi e della facilitazione creativa dei conflitti attraverso la metodologia della Deep Democracy, temi sviluppati personalmente anche attraverso la presidenza e la gestione manageriale della Findhorn Foundation, in Scozia, di cui è membra dal 1994.

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

Questo l’evento su FB

COSTO DEL SEMINARIO

80 | 100 | 120 euro

60 | 80 | 100 se hai già partecipato al corso di Agosto

Paga in base alle tue possibilità: perché per noi è molto importante che questo corso sia accessibile al maggior numero di persone.

Paga alla fine: in base a quanto per te vale il lavoro fatto con questo corso.

Paga e sostieni: non stai solo pagando il corso ma sostenendo il lavoro che Comunitazione fa per organizzare gli appuntamenti di Democrazia Profonda in Puglia.

Riempi la macchina! Vieni con 4 amici… e tu partecipi gratuitamente!

Info e iscrizioni: asscomunitazione@gmail.com
Ilaria 393 9195170 Melania 3394454286

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

AVETE BISOGNO DI OSPITALITA’? Stiamo cercando di organizzare una rete di ospitalità diffusa: CHIEDIAMO A CHIUNQUE POSSA METTERE A DISPOSIZIONE UN LETTO, UN DIVANO O UNA STANZA DI FARCELO SAPERE.

Per chi cerca invece una sistemazione più “classica” vi indichiamo di seguito i nomi dei B&B che trovate a Ceglie. Visto il periodo estivo vi consigliamo di prenotare per tempo.

http://www.bbsantannaceglie.it/

http://www.hotelmadonnadellegrazie.it

http://www.frammentiditria.com/

OASIS GAME A CEGLIE

Come possiamo dar voce al bisogno sempre più forte di comunità e di incontro?

Come progettare sistemi complessi dove la diversità non sia un limite ma una risorsa?

Quali strumenti possiamo utilizzare per sviluppare una leadership condivisa, per passare da un progettare su ad un progettare con?

Dal bisogno di rispondere a queste domande è nata l’associazione Comunitazione.

Nel 2014, per la prima volta in Italia, abbiamo sperimentato l’Oasis Game in un quartiere di Ceglie Messapica (BR). Il punto di forza di questa metodologia sta nel valorizzare la bellezza e le risorse latenti dei luoghi e delle persone.

Abbiamo deciso, grazie ad un finanziamento della Regione Puglia, di recuperare due spazi verdi di un quartiere periferico della città: Abbasc’ a Menele. La sfida era riuscire a coinvolgere la comunità locale.

Seguendo i Sette Passi della metodologia OASIS, come prima cosa, arrivati nel quartiere, abbiamo messo in atto l’OSSERVAZIONE APPREZZATIVA, ossia la capacità di scoprire abbondanza e bellezza dove generalmente si vedono scarsità e degrado.

Passeggiando, incontrando gli abitanti, chiedendo informazioni, abbiamo individuato i punti di forza del luogo. In maniera naturale si sono sviluppate RELAZIONI e FIDUCIA, i primi ingredienti per risvegliare nelle persone la sensazione di far parte di una comunità.

Abbiamo quindi organizzato una festa dei talenti, invitando le persone del quartiere a riconoscere e a mostrare le proprie passioni e competenze.

Lo scopo di questa festa è stato far emergere la consapevolezza che le risorse di cui abbiamo bisogno sono disponibili qui e ora, che la soluzione è racchiusa all’interno stesso del problema.

Abbiamo poi raccolto i SOGNI, chiedendo agli abitanti del quartiere quali erano i loro desideri per le aree designate, e nella fase della PROGETTAZIONE li abbiamo aiutati a creare un sogno collettivo che in qualche modo tenesse conto dei desideri di tutti.

È stato emozionante vedere le persone responsabilizzarsi rispetto ai propri sogni disegnando e costruendo modelli su tavoli di lavoro, sostituendo così l’idea del cittadino che delega con un nuovo status di cittadino attivo che si assume in prima persona la responsabilità della cura degli spazi comuni. Questo aspetto della metodologia Oasis è molto vicino all’idea che sta alla base del Regolamento per l’Amministrazione Condivisa (labsus.it) nato a Bologna un anno fa e subito adottato da moltissimi altri Comuni italiani.

Dopo aver progettato siamo passati all’AZIONE!

Insieme, in 3 giorni e con poche migliaia di euro, abbiamo trasformato due spazi abbandonati e degradati in due meravigliosi giardinetti pieni di vita, realizzando panchine autocostruite, giochi, fioriere, tavoli, murales e molte altre cose.

Dopo i giorni dell’azione abbiamo organizzato tutti insieme la festa di inaugurazione del giardino da parte del quartiere. È stato un momento bellissimo di CELEBRAZIONE del lavoro fatto insieme.

In pochi mesi quei luoghi hanno iniziato a vivere, a legarsi alle persone e alle storie, storie di compleanni, di serenate, di giochi di bambini, occasioni speciali o semplici momenti di una nuova quotidianità vissuta in uno spazio divenuto il simbolo a Ceglie della riappropriazione di un bene comune.

Siamo così arrivati all’ultimo passo: la RI-EVOLUZIONE. Abbiamo aperto un nuovo ciclo di possibili sogni e trasformazioni. Un gruppo di abitanti continua a vedersi e a creare occasioni per coinvolgere il quartiere nel prendersi cura di quei luoghi.

Per loro la sfida è come possiamo portare avanti e rendere sostenibile nel tempo quello che abbiamo creato insieme?

Per noi, in quanto facilitatori del processo, la sfida è come possiamo, da dare alle persone gli strumenti necessari perché possano poi gestire da soli quegli spazi?

Ecco il video!

 

Damn’ na moss! – OST a Ceglie

OST a Ceglie Messapica, abbiamo sognato e progettato futuri possibili per questo meraviglioso paese!

invito ost

OST a scuola!

Alcune studentesse, dopo aver partecipato all’Open Space al Teatro di Ceglie ci hanno chiesto di facilitare un OST nel loro liceo: l’Istituto Comprensivo Cataldo Agostinelli…

Il tema scelto era Ceglie sarebbe più vivibile se… Alla manifestazione ha partecipato l’Assessore alle politiche giovanili Angelo Palmisano.

 

Pagine