LABORATORI SULLA FACILITAZIONE

immagine-base

Laboratori sulla facilitazione

Un percorso per acquisire strumenti, metodi e competenze da utilizzare nel lavoro di gruppo: una formazione per implementare le nostre capacità di lavorare insieme in maniera efficace, sostenibile e divertente.

EVENTO FB

MODULO DI ISCRIZIONE

Vuoi sperimentare nuovi approcci per raggiungere gli obiettivi in maniera partecipata e condivisa?

Senti che la tua organizzazione ha bisogno di crescere nella consapevolezza della comunicazione e delle relazioni interne?

Vuoi esplorare il concetto di l’intelligenza collettiva come strumento per valorizzare la diversità e i molteplici punti di vista?

Queste sono solo alcune delle molteplici domande a cui la facilitazione cerca di dare risposte. Gli strumenti utilizzati dalla facilitazione, infatti, possono essere un valido supporto per organizzare riunioni più efficaci, sviluppare metodi decisionali inclusivi e veloci, gestire in maniera creativa i conflitti di relazione, sviluppare una leadership condivisa e trasformare gli errori in risorse e molto altro.

La facilitazione ci aiuta ad ascoltare tutte le voci e a metterle in relazione in un percorso di efficienza e continuo miglioramento: permette di porre attenzione, allo stesso tempo, agli obiettivi che vogliamo raggiungere, alle modalità con cui lo facciamo e alle persone che sono coinvolte nel processo.

Lavorare con tecniche di facilitazione ci permette di risparmiare tempo ed energia: abbassando il livello di frustrazione nelle nostre organizzazioni e favorendone il naturale processo di crescita.

A chi si rivolge?

Il percorso si rivolge a facilitatrici e facilitatori, a coloro che lavorano all’interno di organizzazioni (enti pubblici, scuole, aziende,associazioni, team di lavoro), a chi fa parte di gruppi informali, comitati cittadini, co-working, e a chiunque sia interessata/o ad approcciarsi alla facilitazione come strumento di supporto al lavoro di gruppo.

Il percorso:

Abbiamo immaginato tre laboratori di due giorni per esplorare tre diversi approcci alla facilitazione.

Per chi non avesse la possibilità di seguire tutti e tre i laboratori ci si può iscrivere al singolo laboratorio.

Quando:

FACILITAZIONE E’…. 3-5 Febbraio

IL CLOWN NELLA FACILITAZIONE: 31 Marzo – 2 Aprile

FACILITAZIONE VISUALE: 2- 4 Giugno

VENERDì – 15.00-19.00

SABATO – 9.30-13.00 | 15.00-19.00

DOMENICA –  9.30-13.00

 

Costi e agevolazioni:

Voglio seguire tutto il percorso: 180 euro

Mi interessa solo un laboratorio: 80 – 100- 120 euro

Promozioni: under 25 100 euro

Agevoliamo il cambiamento! Sosteniamo la partecipazione dei/delle giovani. Se ancora le tariffe non sono per te accessibili… scrivici

Paga in base alle tue possibilità: perché per noi è molto importante che questo percorso sia accessibile al maggior numero di persone. Se nessuna di queste possibilità per te è sostenibile scrivici.

Iscrizioni:

Per ritenere valida l’iscrizione è necessario compilare il MODULO e fare un bonifico a:
ASSOCIAZIONE COMUNITARE
BANCA ETICA-BARI
IBAN IT29M0501804000000000233019
CAUSALE: quota iscrizione al lab …( specificare il nome del lab o se tutti e tre)

Per maggiori informazioni:

asscomunitazione@gmail.com

Ilaria 393 9195170 Melania 3394454286

 

FACILITAZIONE E’….  

3-5 Febbraio 2017 – con Ilaria Magagna, Giulio Ferretto e Melania Bigi

Affrontare le sfide di oggi necessita di lavoro di squadra: per trovare soluzioni innovative abbiamo bisogno di accedere all’intelligenza collettiva, di dar spazio a tutte le idee e di lasciarci sorprendere. Lavorare in gruppo può essere un’esperienza altamente stimolante e sviluppare progettualità complesse ma affinché sia così dobbiamo costruire spazi dove la leadership possa essere condivisa. Possiamo imparare a decidere insieme senza che questo processo duri per ore o che a decidere siano sempre gli stessi/e.

Per fare questo è importante imparare a lavorare in gruppo e a fare in modo che i nostri incontri siano momenti in cui l’energia venga messa a servizio di nuove idee e di un lavoro efficiente piuttosto che di riunioni interminabili, frustranti e confuse.

Durante questo laboratorio apprenderemo strumenti per rendere le riunioni più efficaci e creative e per trovare soluzioni partecipate e condivise. Daremo particolare attenzione agli aspetti legati alle relazioni e alla comunicazione interpersonale perché, in un team, non è importante solo il raggiungimento dell’obiettivo ma anche come lo raggiungiamo e soprattutto con chi.

 

IL CLOWN NELLA FACILITAZIONE

31 Marzo – 2 Aprile 2017 – con Giulio Ferretto e Paola Calogero

“L’umorismo riesce a trasformare situazioni di conflitto interpersonale in occasioni in cui è possibile esplorare modalità comunicative alternative”. Marianella Sclavi

In una cultura ossessionata dalla performance, dall’idea del vincente, dove non c’è spazio per la fragilità, gli errori e le imperfezioni, chi si trova a facilitare un gruppo o ad assumere ruoli di leadership spesso ha bisogno di indossare il costume del ‘supereroe’ e mostrare solo una parte del proprio sé: quella sicura, brillante, seducente, comunque e sempre invulnerabile.

Il clown, in questo senso, è rivoluzionario: ci aiuta a celebrare le nostre imperfezioni trasformandole in formidabili strumenti per stabilire empatia, per allentare le tensioni e creare un clima rilassato e divertente. Ci aiuta a godere della bellezza dell’esserci, così come siamo, e non come dovremmo essere!

Con il clown impariamo a passare fluidamente da un punto di vista all’altro, ad attraversare il fuoco del conflitto, a risvegliare il nostro immaginario poetico e giocoso.

E così l’errore, la fragilità, la goffaggine, se esplicitati, apprezzati, condivisi, diventano un dono: la porta verso l’inaspettato, la chiave di accesso allo stupore, alla meraviglia del processo in cui tutte e tutti navighiamo. Per questo il clown è ostinatamente ottimista, senza pregiudizi egli sa che tutto serve, che ogni cosa è nutrimento e occasione per celebrare il presente.

Per due giorni esploreremo attraverso giochi, improvvisazioni, lavoro personale e di gruppo, alcune tecniche di base del lavoro del clown finalizzate ad acquisire strumenti pratici da riportare nelle nostre vite, nei gruppi nei quali interagiamo e nelle nostre attività lavorative.

FACILITAZIONE VISUALE

2- 4 Giugno 2017 – con Melania Bigi

Immaginiamoci…

…una classe dove si insegna attraverso immagini e metafore, con una lavagna e dei muri pieni di disegni che aiutano ad apprendere,

…una riunione o un evento dove tutto ciò che viene detto, viene sintetizzato e messo in memoria appuntandolo su grandi cartelloni colorati,

…un incontro di progettazione dove tutte le differenti idee che emergono trovano una via comune in un’unica grande immagine.

La facilitazione visuale è uno strumento per rendere visibili i processi creativi di una persona come di un gruppo: aiuta a traghettare le idee dal pensiero alla forma, portando chiarezza, efficienza e partecipazione negli incontri.

Ecco quindi un laboratorio per esplorare l’uso di parole e immagini nella creazione di mappe concettuali che supportino un gruppo nella co-progettazione, nell’apprendimento e in generale nel lavorare insieme, ma anche per imparare a prendere appunti personali efficaci e divertenti.

Il corso alternerà momenti di passaggio di nozioni ad esercitazioni, dove la sperimentazione lascerà ad ogni partecipante il tempo di trovare il proprio stile: dal lettering alle icone, dalle mappe mentali ai templates, dall’uso del colore alle metafore.

Per chiunque sia interessata/o a esplorare l’accesso alla creatività attraverso il canale visuale!

MESAGNE-UN PASSO AVANTI

Template by Pixartprinting

Abbiamo avviato un percorso di partecipazione per arrivare a definire la futura gestione partecipata del nuovo Parco di Mesagne: gli incontri – aperti a singoli e gruppi associati – avranno come obiettivo finale quello di stilare un Patto di Collaborazione tra Amministrazione Comunale ed un Comitato di Cittadini che gestirà alcuni aspetti della nuova area.

RIGENERIAMO LA PARTECIPAZIONE
Percorso partecipato per la gestione condivisa del nuovo parco di Mesagne

Il parco è pronto! Adesso è arrivato il momento di viverlo …. e di prendercene cura. Perché ciò sia possibile stiamo attivando un percorso per la gestione condivisa del Parco.

Il Regolamento per l’Amministrazione Condivisa che il Comune di Mesagne sta approvando, prevede la stipula di patti di  collaborazione tra amministrazione,  associazioni e singoli cittadini  per la gestione dei beni comuni.

Questo nuovo modo di approcciarsi alla vita pubblica è un percorso sperimentale che vuole attivare meccanismi virtuosi di fiducia reciproca e responsabilità : i cittadini sono portatori di capacità e idee che possono essere messe al servizio della comunità , per contribuire a dare soluzioni, insieme con le amministrazioni pubbliche, ai problemi di interesse generale.

Il  percorso è  rivolto alle associazioni che lavorano sul territorio, al quartiere , a tutti coloro  che vogliano sperimentare nuove forme di gestione, di cittadinanza attiva e di partecipazione.

Insieme progetteremo  la  co-gestione del parco per arrivare alla scrittura dei Patti di Collaborazione tra l’amministrazione, i cittadini e  le associazioni interessate.

 

Per qualsiasi info potete:

– scrivere una mail a: asscomunitazione@gmail.com

– collegarvi al sito del Comune di Mesagne www.comune.mesagne.br.it e accedere alla pagina dedicata

– accedere alla pagina facebook del Comune di Mesagne:  www.facebook.com/cittadiMesagne

A PARTIRE DAL GRUPPO

2016-05-organizzazioni-Ana-orizzontale

A PARTIRE DAL GRUPPO – diventare consapevoli delle dinamiche nelle nostre organizzazioni
CORSO DI ARTE DEL PROCESSO CON ANA RHODES
dal 6 all’8 Maggio 2016 a Ceglie Messapica (BR) / Puglia

Evento FB

L’abilità di abbracciare la diversità e di gestire i conflitti per costruire relazioni sostenibili è il cuore di sistemi, team, gruppi e comunità resilienti.
Esplorare le dinamiche di lavoro all’interno delle nostre organizzazioni ci aiuta a migliorare la progettualità, a determinare in maniera più consapevole la strada da percorrere, ad arrivare all’obiettivo in modo più semplice, diretto ed efficace. Fermarsi un momento per osservare il percorso fatto fino ad ora e le relazioni che nel gruppo si manifestano ci aiuta a ripartire poi con più slancio ed energia.

L’essenza di questo corso è la relazione tra la consapevolezza personale, il proprio lavoro nelle organizzazioni e il cambiamento collettivo.

Un laboratorio esperienziale per gruppi che lavorano insieme ma anche per tutti quelli che si interessano allo sviluppo delle relazioni quotidiane, per chi lavora in ambito sociale, facilitatori, trainers, insegnanti, coaches.

Impareremo a:
– sviluppare un approccio alla complessità, alla teoria dei sistemi e ai processi di feedback
– riconoscere le dinamiche di gruppo: potere, leadership, visione, diversità, ranghi e privilegi.
– sviluppare strumenti di facilitazione e risoluzione dei conflitti.
– invitare tutte le voci e le esperienze, incluse quelle che solitamente non ascoltiamo.
– Percepire e lavorare con i punti di crisi (hot spots) come potenziali momenti di trasformazione.
– Facilitare differenti livelli di interazione: dal personale alla relazione, dai piccoli gruppi ai grandi gruppi.

ANA RHODES CASTRO è Psicoterapista Transpersonale, supervisore e coach formatasi in Process Oriented Psichology ed altre metodologie. Da anni conduce trainings in tutto il mondo sui temi della Leadership, della gestione dei gruppi e della facilitazione creativa dei conflitti attraverso la metodologia della Deep Democracy, temi sviluppati personalmente anche attraverso la presidenza e la gestione manageriale della Findhorn Foundation, in Scozia, di cui è membra dal 1994.

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO entro il 30 aprile!

COSTI E PROMOZIONI
120 | 150 | 180 euro
Paga in base alle tue possibilità: perché per noi è molto importante che questo corso sia accessibile al maggior numero di persone.
Paga alla fine: in base a quanto per te vale il lavoro fatto con questo corso.
Paga e sostieni: non stai solo pagando il corso ma sostenendo il lavoro che Comunitazione fa per organizzare gli appuntamenti di Democrazia Profonda in Puglia.
SCONTO ORGANIZZAZIONI: se venite in tre dalla stessa organizzazione, il terzo non paga!

Info: asscomunitazione@gmail.com
Ilaria 393 9195170    Melania 3394454286

ORARI
Venerdì 6 Maggio ore 11,00/14,00 – 15,30/19,00
Sabato 7 Maggio ore 10,00/13,30 – 15,00/19,00
Domenica 8 Maggio ore 10,00/13,30- 15/17,00

DOVE
a Ceglie Messapica (BR), Puglia presso il Teatro Comunale in via San Rocco 1.

COME ARRIVARE
In Treno: stazione di Ostuni e poi autobus fino a Ceglie
In Aereo: aereoporo di Brindisi e poi autobus fino a Ceglie ( sono circa 35 Km)
In macchina da Bari: SS Bari-Brindisi, uscita Ostuni. Arrivare a Ostuni e seguire per Ceglie Messapica
In macchina da Taranto: SS Taranto- Brindisi, uscita Francavilla Fontana Nord, proseguire per Ceglie Messapica
In macchina da Lecce: SS Brindisi- Taranto, uscita Francavilla Fontana Nord , proseguire per Ceglie Messapica

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO entro il 30 aprile!

AVETE BISOGNO DI OSPITALITA’? Stiamo cercando di organizzare una rete di ospitalità diffusa: CHIEDIAMO A CHIUNQUE POSSA METTERE A DISPOSIZIONE UN LETTO, UN DIVANO O UNA STANZA DI FARCELO SAPERE.

Per chi cerca invece una sistemazione più “classica” vi indichiamo di seguito i nomi dei B&B che trovate a Ceglie. Visto il periodo estivo vi consigliamo di prenotare per tempo.

http://www.bbsantannaceglie.it/

http://www.hotelmadonnadellegrazie.it

http://www.frammentiditria.com/

LABORATORIO SU RABBIA E POTERE

 

2015-11-20-rabbiaepotere-Ana-orizzontale copia

Per portare guarigione nelle nostre relazioni e nel mondo che ci circonda, è essenziale capire in profondità le dinamiche di Potere, Rango e Privilegio.

Attraverso gli strumenti dell’Arte del Processo e della Democrazia Profonda diamo valore alla diversità, nella società come dentro ognuno di noi, alle tante voci, parti e sentimenti.

Se scegliamo di usare il potere a beneficio dell’evoluzione dell’Umanità abbiamo bisogno di affrontare ed esplorare sentimenti quali la vulnerabilità, la rabbia, la vendetta.

Durante questo seminario impareremo a discernere il potere dalla rabbia, ad accedere all’energia che sta dietro quest’ultima, a trasformarla in una risorsa che possa supportare i nostri cammini di vita personali e di gruppo: un laboratorio esperienziale per coloro che si interessano allo sviluppo delle dinamiche di potere nelle relazioni quotidiane, per chi lavora in ambito sociale, facilitatori, trainers, insegnanti, coaches.

ANA RHODES CASTRO è Psicoterapista Transpersonale, supervisore e coach formatasi in Process Oriented Psichology ed altre metodologie. Da anni conduce trainings in tutto il mondo sui temi della Leadership, della gestione dei gruppi e della facilitazione creativa dei conflitti attraverso la metodologia della Deep Democracy, temi sviluppati personalmente anche attraverso la presidenza e la gestione manageriale della Findhorn Foundation, in Scozia, di cui è membra dal 1994.

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

Questo l’evento su FB

COSTO DEL SEMINARIO

80 | 100 | 120 euro

60 | 80 | 100 se hai già partecipato al corso di Agosto

Paga in base alle tue possibilità: perché per noi è molto importante che questo corso sia accessibile al maggior numero di persone.

Paga alla fine: in base a quanto per te vale il lavoro fatto con questo corso.

Paga e sostieni: non stai solo pagando il corso ma sostenendo il lavoro che Comunitazione fa per organizzare gli appuntamenti di Democrazia Profonda in Puglia.

Riempi la macchina! Vieni con 4 amici… e tu partecipi gratuitamente!

Info e iscrizioni: asscomunitazione@gmail.com
Ilaria 393 9195170 Melania 3394454286

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

AVETE BISOGNO DI OSPITALITA’? Stiamo cercando di organizzare una rete di ospitalità diffusa: CHIEDIAMO A CHIUNQUE POSSA METTERE A DISPOSIZIONE UN LETTO, UN DIVANO O UNA STANZA DI FARCELO SAPERE.

Per chi cerca invece una sistemazione più “classica” vi indichiamo di seguito i nomi dei B&B che trovate a Ceglie. Visto il periodo estivo vi consigliamo di prenotare per tempo.

http://www.bbsantannaceglie.it/

http://www.hotelmadonnadellegrazie.it

http://www.frammentiditria.com/

SHORT OASIS GAME A MONZA!

Volantino_Oasis_Game_Color

Corso introduttivo di 2 giorni e una serata sul metodo Oasis Game, sviluppato in Brasile dall’istituto Elos: metodologia che si articola in sette passi (osservazione apprezzativa, creare relazione, raccogliere i sogni, progettazione, azione, celebrazione, ri-evoluzione) e mette insieme diversi strumenti per progettare in maniera partecipata spazi comuni abbandonati o sotto-utilizzati.

L’Oasis Game si sta diffondendo in tutto il mondo e il corso di Monza sarà uno dei primi in Italia. Il corso sarà tenuto da Melania Bigi e Giulio Ferretto e sarà ad offerta libera.

Venerdì 30 Ottobre dalle 21.00 alle 23.00 presso il centro civico D’Annunzio (vai D’Annunzio 35, Monza) si terrà una prima presentazione del metodo Oasis Game e più in generale si affronterà il tema della progettazione partecipata.

Sabato 31 Ottobre e Domenica 1 Novembre dalle 9.00 alle 19.00 presso il LibertHub (Viale Libertà 144, Monza) si terrà un vero e proprio training del metodo Oasis Game.

Questo l’evento FB!

Volantino_Oasis_Game_Color

ARRIVARE AL SUCCO

2015-10-2-corsoSARA-orizzontale

Un WORKSHOP di due giorni per lavorare con strumenti visuali che possano aiutarci nelle attività di facilitazione di processi partecipati. Useremo templates e metafore per strutturare percorsi e strategie, soluzioni di problemi e per favorire il coinvolgimento, il confronto, il raggiungimento di risultati creativi.

SARA SERAVALLE è architetto e ha un dottorato in politiche pubbliche del territorio. Per molti anni si è occupata di processi inclusivi e progettazione partecipata, che l’hanno portata a seguire il flusso della cocreazione e del codesign di soluzioni, poi si è scontrata con il mondo dei visuals: sketchnoting, graphic recording, jam session di problem solving o codesign, visual coaching ma soprattutto visual storytelling, illustrazione strategica e facilitazione visuale, che l’hanno stregata e rapita pervadendo tutte le cose che da allora fa nelle aziende o sul territorio, in Italia e all’estero. La sua passione sono le persone che hanno voglia di trasformarsi e agire un cambiamento; le piace gestire creativamente i conflitti e generarli se è utile. Ha insegnato all’Università Statale di Milano e al Politecnico di Milano progettazione partecipata e processi inclusivi e ora forma le persone nelle aziende o fuori da esse sul cambiamento e sulla visualizzazione.

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

COSTO DEL SEMINARIO

60|80|90

Paga in base alle tue possibilità: perché per noi è molto importante che questo corso sia accessibile al maggior numero di persone.

Paga alla fine: in base a quanto per te vale il lavoro fatto con questo corso.

Paga e sostieni: non stai solo pagando il corso ma sostenendo il lavoro che Comunitazione fa per organizzare gli appuntamenti di Democrazia Profonda in Puglia.

Riempi la macchina! Vieni con 4 amici… e tu partecipi gratuitamente!

Info e iscrizioni: asscomunitazione@gmail.com
Ilaria 393 9195170 Melania 3394454286

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

AVETE BISOGNO DI OSPITALITA’? Stiamo cercando di organizzare una rete di ospitalità diffusa: CHIEDIAMO A CHIUNQUE POSSA METTERE A DISPOSIZIONE UN LETTO, UN DIVANO O UNA STANZA DI FARCELO SAPERE.

Per chi cerca invece una sistemazione più “classica” vi indichiamo di seguito i nomi dei B&B che trovate a Ceglie. Visto il periodo estivo vi consigliamo di prenotare per tempo.

http://www.bbsantannaceglie.it/

http://www.hotelmadonnadellegrazie.it

http://www.frammentiditria.com/

RIEVOLUZIONE POST BRASILE

Il programma Guerrier* Senz’Armi è finito, Melania è tornata in Puglia e comincia il percorso di Ri-Evoluzione…

Tantissimi i progetti per i prossimi mesi per portare la filosofia Elos e l’Oasis Game in giro per l’Italia!

Vi invitiamo a contattarci se siete interessat* a collaborare con noi e vi terremo aggiornat* sui vari social sui prossimi eventi.

Ma intanto vorremo ringraziarvi TUTT* per averci supportato, finanziato, seguito, coccolato, ascoltato… GRAZIE!

E… non ci siamo dimenticat* di voi! Ci stiamo organizzando per le ricompense del crowdfunding.

Sul nostro sito potete trovare il racconto giorno per giorno del programma Guerrier* senz’Armi…

e qui il link ad alcune bellissime foto, scattate da Alyson Montrezol per l’istituto Elos durante tutto il percorso! https://flic.kr/s/aHskhEjTVd

GRAZIE GRAZIE GRAZIE!

__________________________

Ritorno in Italia, esausta, emozionalmente forse più che fisicamente…

Dopo qualche giorno di mare (che si sa, l’acqua guarisce qualunque sintomo) accendo il computer, e riguardo le foto del mese in Brasile.

Ritrovo incastrati negli scatti tantissimi sogni e altrettante culture, le emozioni più diverse, quella natura rigogliosa che mi ha stregata, l’odore della favela.

Leggo nelle parole dei miei racconti quotidiani l’energia di giornate infinite e la stanchezza della sera,

la sete per nuove conoscenze ed il fuoco che mi ha segnata sulla pelle.

Mi assale la Saudade!!

Si mescola con un senso di gratitudine per quello che è stato e per quello che sento sarà:

il vero percorso come guerriera comincia adesso!

Comincio con il ripubblicare quelle immagini ed i post su Facebook che hanno scandito il mio tempo…

foto 4

Guerrier* senz’Armi – si parte!!

Oggi in Santos si sono incontrate 60 persone da tutto il mondo, 60 persone con un sogno in comune: diventare Guerrier* senz’Armi!

Io ho un rango altissimo: nonostante non parli una parola di portoghese, quando dico di essere Italiana, i sorrisi entusiasti si affollano intorno a me!

Genti, siamo amat* e riconosciut* in tutto il mondo, per la bellezza della nostra terra e della nostra lingua…

SONO la PRIMA ITALIANA a partecipare a questo programma!

grande Onore e Responsabilità.

e c’ho anche la tazza personalizzata!!

1

Guerrier* senz’armi – Dia 2
‘Quando smettiamo di creare i nemici,
si estingue il bisogno delle armi’

Kakà Werà Jecupè

La comunità di guerrier* si sta costruendo,
nella condivisione di storie e sogni,
nel mercato dei racconti,
nella cocreazione di Totem a mani multiple (e di multipli coloro!!),
mangiando insieme deliziose leccornie dai nomi italiani (nella foto Romeo e Giulietta)…
Io scrivo e disegno quello che mi circonda,
mi emoziono nei grandi cerchi dei sogni condivisi,
incontro gli altri 57 guerriere da 22 paesi dai vari continenti,
e mangio ovviamente tutte le leccornie!!!

😊

tornerò in Italia piena di conoscenze e di nuovi rotolini!!!

2

Guerrier* senz’armi-Dia 3

‘Non possiamo chiedere la Fiducia, possiamo solo offrire la nostra…’

Ancora oggi nel gruppo, nella costruzione dell’invisibile rete di fiducia che ci permetterà da dopodomani di lavorare insieme nella Comunità…

Quindi poche foto di oggi, perchè stavo tutta immersa nei giochi stupendi che abbiamo fatto!!!

(e che poi vi riproporrò, ovvio..)

Pubblico però alcuni momenti celebrativi di stasera: le meravigliose cuoche ci hanno preparato una meravigliosa cena di gala, prima delle danze sacre in cerchio tutt* insieme…

..e c’è chi ancora ha l’energia per la Capoeira!!!!??

Io crollo… la sveglia Umana inizia a cantare alle 6.30….

😳

3

Guerrier* senz’Armi – Dia 4
‘NOI è il mio VALORE più alto, il mio IMPEGNO che mi fa alzare la mattina’
Oggi abbiamo incontrato LYNNE TWIST, fondatrice di Pachamama Alliance.. una donna capace di emozionare, ispirare, accendere scintille di cambiamento.
Lei parla del potere della SUFFICIENZA, ‘enoughness’… che non è accontentarsi, ma sentire quando è ABBASTANZA.
Se OGNUN* ascoltasse quando è sufficiente (mangiare, parlare, chiedere, utilizzare…) ci sarebbe abbastanza per TUTT*.
Pensiero della buonanotte (buongiorno in Italia) e sono ben graditi commenti:
c’è qualcosa, nella vostra vita, che sentite di iper-usare?
(Perchè se la iper-usate, qualcun* non ne avrà abbastanza…)
Come riconoscete il limite?
E che succede se proviamo a fermarci un po’ prima di raggiungere qual limite…?

Io ho un’enorme difficoltà a fermarmi quando mangio, in special modo i dolci. Mi metto come buon proposito di ascoltare un po’ di più il mio corpo quando mi dice ‘così va bene, è sufficiente’.

http://youtu.be/d9QPwedUGLM

4

Guerrier* senz’Armi – Dia 5

passo 1 – LO SGUARDO

‘L’ESSENZIALE È INVISIBILE AGLI OCCHI’

Cosa succede se chiudiamo gli occhi per un po’, e sentiamo, ascoltiamo, annusiamo ciò che ci sta intorno?

Che succede se cambiamo punto di vista, e iniziamo a vedere bellezza e abbondanza dove siamo soliti lamentarci di scarsità e bruttura?

Oggi con il mio gruppo siamo arrivati nella comunità che ci ospiterà, Villa Charme.

(la favela prende il nome dal motel che sta lì, imponente, con la scritta ‘dimostra cosa sai fare in 2 ore’)

La Comunità è così differente da qualunque posto in cui sono stata prima…! La mia sfida più grande sarà vedere e accettare questa differenza, scoprirne la bellezza ed espanderla, trovare la forza per superare il pregiudizio e costruire qualcosa di spettacolare…

Ma come è bello sentire come tutto cambia guardando con gli occhi dello sguardo apprezzativo!!!

5

Guerrier* senz’Armi – Dia 6

‘Cambiando il modo in cui guardo il mondo, cambio il mondo….’

Le guerriere e i guerrieri senz’armi si svegliano presto e dopo una ricca colazione si riuniscono per le danze circolari del mattino.

Poi un autobus l* porta nelle comunità.

Oggi secondo giorno di favela.

Siamo andat* scoprendo la bellezza e l’abbondanza di Villa Charme, per portare alla luce le risorse a disposizione… Le leader della comunità (per adesso sono tutte donne!!) ci hanno accompagnato per una passeggiata di quartiere.

Non posso dire che sia stata una passeggiata nel senso filosofico del termine. Ma di sicuro qualcosa si sta trasformando dentro di me.

Cresciuta nel cuore della Toscana, in una famiglia agiata, in una casa sicura e pulita… mi è stato difficile in alcuni momenti trattenere le lacrime.

Ma sto comprendendo profondamente il valore del riconoscere la bellezza che è sempre e comunque presente, la forza del cercarla, ed espanderla, in maniera contagiosa.

Cambiando il modo in cui guardo il mondo, cambio il mondo….

6

Guerrier* senz’Armi – Dia 7

TERRAAAAAA!!

‘Realizzazione, ritmo, costanza, utostima, capacità di donare, unione, riconoscimento dei limiti, ricettività, materializzazione.. la terra ha molte qualità che possiamo far nostre!’

Oggi abbiamo incontrato il primo elemento, la terra.

Abbiamo attraversato il porto di Santos per inoltrarci nella foresta di mangrovie, e arrivare in un piccolo paradiso dove siamo stat* ‘iniziat*’ ai giochi indigeni!

La bellezza e generosità della Natura brasiliana è aldilà dei miei sogni: dona i suoi frutti in maniera incondizionata, senza chiedere niente in cambio, se non di diffondere i suoi semi.

Quanto abbiamo da imparare da Lei! Se potessi trasmettere attraverso questi scatti anche solo una parte di quello che ho visto, e sentito!

(ed io, ammaliata da tutto ciò, mi strafogo delle banane più saporite che abbia mai mangiato….)

7

Guerrier* senz’Armi – Dia 8

‘Costruiamo affetto, piuttosto che alimentare paura e affetto’

Il secondo passo della filosofia Elos è l’AFFETTO, entrare con carinho, gentilezza, curiosità nelle storie della comunità, per scoprirne risorse e talenti.

Io mi sono spogliata dal senso di colpa e dal pregiudizio, ho smesso di guardare i bambini della favela con pietà e superiorità……… ed i DONI che ho ricevuto sono stati immensi.

Adesso nella comunità tutti mi chiamano TIA MEL (zia mel) e… i bambini mi hanno riempita di lettere, fiori, e un bellissimo aquilone, che qui si chiama PIPA!

Domani ho appuntamento con loro per farmi insegnare come si fa volare alto.

Che dire? Vado a letto con un cuore gonfio di Gratitudine, Amore, Bellezza, Amicizia.

…Tu pensavi di andare a cambiare il momdo, Bigi???? AH AH AH!!!

‘Se siete venuti ad aiutarci, potete tornare indietro. Se venite perché avete capito che la vostra liberazione sarà attraverso di noi, possiamo iniziare a lavorare insieme.’ (dall’incontro con tra gli Indios dell’Amazonia con gli ambasciatori di Pachamama Alliance)

8

Guerrier* senz’Armi – Dia 9

Lo SHOW dei TALENTI!!!

Ognuno di noi ha almeno un dono da compartire, un dono magari da mettere a servizio della comunità,

un talento da mostrare in una serata speciale…

Oggi 20 guerrier* si sono addentrat* per le stradine della favela alla ricerca dei Talenti della comunità, facendo affacciare le persone con serenate brasiliane, hanno preparato e abbellito una strada per accogliere l’evento, ed hanno celebrato l’abbondanza di Villa Charme!

E gli abitanti del quartiere stanno iniziando ad uscire dai loro gusci, a mostrare la propria bellezza di fronte alla comunità…

il tutto, ovviamente, in una forma SPE-TTA-CO-LA-RE!!!

😊

che dire se non GRAZIE a tutta la Criança che ci ha accompagnato in questa giornata??

(oggi sintetica, sono stancadistruttaspappolata…)

9

Guerrier* senz’Armi – Dia 10

(Davvero sono passati solo/già dieci giorni???? Se non avessi questo rito di scrivere su FB, avrei già perso totalmente contatto con la realtà…)

Oggi abbiamo parlato di Comunicazione Non Violenta, che si sa, ce n’è sempre bisogno…

Specialmente lavorando con questi ritmi, i conflitti stanno iniziando a proliferare come funghi!

Emoticon smile

E, si sa, dietro ogni conflitto c’è un possibile dono…

In comunità ancora a cerca di talenti (e continuano arrivarmi doni meravigliosi che i bambini mi dicono ‘tia! pra Italia!!’): abbiamo scoperto che non c’è neanche un architetto.. che faccio, mi propongo??

Al rientro per cena il mio gruppo-tribù ha organizzato la più spettacolare delle cene.. Indian Style! dato che nel gruppo Digant Shah è indiano…

NAMASTÈ BOLLYWOOD!!

10

Guerrier* senz’Armi – Dia 11

‘Un SOGNO che faccio da sola rimane un sogno. Un sogno che facciamo INSIEME diventa REALTÀ’.

Il secondo passo dell’OASIS GAME è il SOGNO: oggi abbiamo iniziato ad andare per le strade della favela per chiedere alle persone cosa vorrebbero per la loro comunità.

Entriamo nello spazio sacro dell’Utopia in punta di piedi, delicatamente, perchè è qui che si trovano anche tutti i sogni infranti, la disillusione, la paura che sognare alto porti solo dolore…

Per i bambini è più facile, guardano lontano mentre parlano, un sorriso si spande sui loro volti… Gli adulti partono imprecando contro i politici e il governo, e la maleducazione degli altri, e la mancanza di gentilezza generale..

Il passo dalla delega alla responsabilità della cura dello spazio comune è breve, ma difficile…

Ce la faranno i nostri guerrieri e guerriere????

È un sogno, ma lo stiamo facendo insieme… e quando si sogna insieme, accadono cose magiche………

(tipo la signora Donadora che ha preparato solo per noi una fantastica zuppa, per ringraziarci della nostra presenza nella comunità…. e che zuppa!!!)

11

Guerrier* senz’Armi – Dia 12

ACQUAAAAAAAAA!!!!

Entriamo nell’elemento acqua, nella settimana della profondità delle emozioni e dei sentimenti.

Oggi siamo stati immersi per due ore nell’Oceano, per un rituale di perseveranza, e costanza, e forza…

Così è lei, la grande Madre dalla quale la vita ha origine: accogliente e abbondante, pronta a sorreggere, infinita!!

E così mi sento io (a volte)… estremamente libera e allo stesso tempo con una direzione ben chiara, ricettiva a ciò che mi sta intorno e pronta ad adattarmi alle situazioni più differenti.

Pront* ad immergersi in una nuova settimana di Guerrier* senz’Armi??

Gratitudine per questo giorno, per i compagn* vicin* e lontan*, perchè è un dono essere qui…

12

Guerrier* senz’Armi – Dia 13

‘VALORIZZIAMO IL SOGNO COME IL MIGLIOR IMPULSO PER IL CAMBIAMENTO’

Qual’è il sogno per la tua comunità? Se tu avessi risorse illimitate, cosa vorresti per Villa Charmes?

Oggi siamo andat* tutto il giorno facendo una serenata funky per la favela, raccogliendo sogni come semi preziosi…

Ogni sogno, se innaffiato con amore e gentilezza, può diventare un albero dai frutti succosi!

E poi si sa, i sogni sono come dei deliziosi pasticcini… quando si comincia è difficile smettere!

Per questo oggi scambiavamo un ‘sogno’ per un ‘sogno’, un tipico dolcetto brasiliano!

Emoticon smile

Che meraviglia risvegliare il potere del sogno…

(e per non farsi mancar niente, la sera.. Capoeira!!)

13b

Guerrier* senz’armi – Dia 14

World Cafè sul sogno oggi!

Ognun* può dare il suo contributo per un mondo migliore…

Emoticon smile

E per celebrare il team di Elos ha organizzato una fantastica festa Giunina, la festa tipica brasiliana di questo periodo, con musica popolare, patate dolci al forno, pop corn e donne con fiori in testa e gonne colorate!!

Che dire, non è pizzica, ma anche qui non si scherza!!!!

14

Guerrier* senz’Armi – Dia 15 (credo)

Su 32 giorni di programma avevamo un giorno di DESCANSO, di riposo, ed è stato oggi!!

Emoticon smile

Ma figuriamoci se il mitico team di Elos non ci organizzava anche questo giorno…!

Classe di Yoga, massaggio direttamente dalle mani del mitico Niels, piscina, calcetto, barbecue vegetariano, classe di Paõ de Quejio fatta da uomini nudi (veri uomini brasiliani!!), passeggiata nella foresta, un’oretta di Capoeira…….

e tutto questo nel nuovo Spazio Elos, nel terreno che hanno comprato e dove avverranno i prossimi corsi dei guerrieri!!

…ho bisogno di un giorno di riposo per riprendermi dal giorno di riposo!!!

Le guerriere e i guerrieri avevano bisogno di recuperare un po’ di energie: da domani partiamo con la progettazione e la realizzazione del miracolo……..

15

Guerrier* senz’Armi – Dia 16

I /leLEADER AFFETTIV* sono quelle persone riconosciute nella comunità come punti di riferimento, non in maniera istituzionale, ma dal cuore.

Maryan e Anna Claudia dedicano già gran parte delle loro vite nel perseguire il sogno del benessere di Villa Charm’s. Parlare con loro mi emoziona: ci dicono che siamo angeli mandati da Dio, senza rendersi conto che siamo semplicemente degli specchi temporanei.

Noi guerrier* siamo lì per poche settimane, LORO continueranno la battaglia senz’armi nella quotidianità.

I loro occhi brillano mentre ci raccontano che per loro non c’è cosa più importante che creare un luogo per togliere i bambini dalla strada.

Per me questo è il SERVIZIO, donare le proprie energie a qualcosa di più grande, perseguendo il sogno della salute dei bambini e delle bambine, l’alfabetizzazione degli adulti, la salubrità di una favela che, quando piove, rimane sommersa sotto un metro d’acqua.

16

Guerrier* senz’Armi – Dia 17

FUOCOOOOOOO!!!!

Dopo esserci nutriti dell’abbondanza e delle generosità della Terra ed aver imparato il più alto valore del servizio,

passata la settimana dell’Acqua, delle emozioni, della fluidità e della libertà con direzione,

oggi è stato il giorno del Fuoco.

La Co-Responsabilità della Creazione ed il Potere della Trasformazione è quello che voglio portare nella mia vita.

Ognuno di noi ha dentro un fuoco, e possiamo imparare a non temerlo, ma guardarlo, alimentarlo perchè non si spenga, ed usarlo nel migliore dei modi.

Oggi i guerrieri e le guerriere hanno camminato sui carboni ardenti, sapendo che avranno bisogno di quel potere nei prossimi giorni nelle comunità, per trasformare il Sogno in Realtà!!

17

Guerrier* senz’Armi – Dia 18 – passo 4

CUIDADO! PRENDERSI CURA…

Dopo aver sognato con la comunità, ci prendiamo cura del Sogno Comune, di ascoltare tutte le voci, raccogliere le risorse disponibili e far sì che tutto sia pronto per la Realizzazione…

E allo stesso tempo cerchiamo di prenderci cura di noi stess*!!!

Tanto siamo unit* nel gruppo, quanto riusciamo a collaborare con la comunità….

Il governo locale ci ha messo a disposizione alcuni spazi nella favela: oggi abbiamo fatto i plastici e progettato insieme agli abitanti… Passiamo dal Sogno alla Strategia.

VAMOS JUNT*S!!!!!!

18

Guerrier* senz’Armi – Dia 19

Preparandoci per mettere le Mani in Pasta!!!!

Oggi abbiamo girato dentro e fuori dalla comunità alla ricerca di risorse: ogni materiale, sostegno, cibaria.. è ben accetta!!

Le persone della comunità mettono a disposizione cemento, attrezzi, doti culinarie… e quasi tutto è pronto per i prossimo 4 giorni!!!!

Io, per la prima volta in vita mia, con l’aiuto dei bimbi della favela, ho messo i paletti per la costruzione del Centro Comunitario…

4 giorni per un grande sogno?

Mi sa che qui ci vuole un MIRACOLO!!!!

19

Guerrier* senz’Armi – Dia 20

Abbiamo 4 giorni per coinvolgere la comunità nella costruzione del centro comunitario, nella sistemazione del parco giochi, 3 murales, cambiare posizione al campino di calcio….

MISSION IMPOSSIBLE???

No, è il quinto passo della filosofia Elos, il MIRACOLO… e qui proprio di un miracolo abbiamo bisogno!!!

Oggi ha piovuto quasi tutto il giorno, ma le nostre guerriere e guerrieri hanno lavorato sotto la pioggia, intrepidamente, fino all’arrivo della notte… e appena l’acqua si è calmata un po’ gli abitanti della favela sono spuntati come funghi!!

Io ho avuto le mani in pasta tutto il giorno, quindi foto scarse e poca energia per un post decente che possa raccontare la giornata…

Incrociamo le dita per un domani di SOLEEEEE!!!!!!!!!!

20

Guerrier* senz’Armi – Dia 21

(Dialogo interno del secondo giorno di ‘MANI IN PASTA’)

– Ommioddio!! è stato un giorno incredibile!! fantastico!! dalle 9 di mattina alle 8 di sera! senza fermarci un attimo! e potrei andare avanti per tutta la notte!!!

— Questa non è energia, è adrenalina.

– Ma che importa cos’è che ci guida! se la passione, la fede, o l’adrenalina!! l’importante è che lo stiamo facendo!! INSIEME con la comunità!!!! VAMOS JUNTOS, VILLA CHARMES!!!!

— Tanto tra una settimana ce ne andiamo e tutto sarà come prima, qui. i bambini continueranno a giocare scalzi nel pantano, i genitori a rovistare tra i rifiuti per trovare cose da rivendere e comprarsi la droga. forse con un campino più colorato e una baracca in più. forse. rimangono 2 giorni e manco abbiamo finito le fondazioni del centro comunitario….

– Certo che ce la faremo.. Questo è il MIRACOLO: se ci crediamo, insieme, le risorse di cui abbiamo bisogno appaiono! Domani arriverà il legno e la pittura, l’idraulico, un altro paio di muratori, e Brigaderos per tutti! (NdA: dolce tipico brasiliano sballosissimo)

— E Villa Charmes si trasformerà nel magico mondo di Pollyanna e noi saremo elette reginette ad honorem.

– Oggi sono andata in giro cantando a squarciagola e invitando le persone a partecipare, ho accolto tutt* con un megasorriso e un braccialetto azzurro e parlando in portoghese, ho dato un’intervista per la maggiore televisione brasiliana, ho seguito i lavori per la fondazione del centro comunitario (e ridevo pensando alla teoria studiata sui libri all’università!!), sono stata con i bambini e ho un pò progettato la struttura in legno ..e tutto questo danzando e al primo giorno di ciclo!!!!!

— ….E nonostante tutto ciò, una parte di te non è soddisfatta e avrebbe voluto fare di più, ed è preoccupata di non farcela in due giorni a finire, non di non essere abbastanza, che domani darai ancora di più, perchè altrimenti il mondo crollerà, e non farai bella figura, e nessuno leggerà i tuoi post su facebook, e…..

– Va bene, va bene, ho capito. Andiamo a letto, sei stanca.

— SIAMO stanche. e domattina la sveglia suona alle 6.15, che dobbiamo svegliare il resto della comunità alle 6.30.

– …il vero Miracolo avverrà quando la smetterai di essere così noiosa ed esageratamente critica.

— O quando tu imparerai ad utilizzare le mie critiche in maniera costruttiva, baby, e a trasformarmi da nemica in amica!

– Touchè. devo smettere di farti leggere i libri di Mindell.

😁

21

Guerrier* senz’Armi – Dia 22

10 COSE INDISPENSABILI AD UNA GUERRIERA PER SOPRAVVIVERE AL TERZO GIORNO DI MIRACOLO (ovvero: cosa ho imparato oggi)

-1- Saper ascoltare il proprio corpo (sete, fame, pipì, dolori mestruali, punture di insetti..) e dimenticarsene velocemente. non c’è tempo, oggi.

-2- Avere sempre qualcosa da fare e qualcosa da far fare a chiunque chieda ‘posso aiutare?’.

-3- Quando non sai cosa fare chiedi a qualcuno della comunità: il progetto è loro, non tuo…

-4- Quando sei persa e non sai che fare e non sai a chi chiedere, BALLA!

-5- Essere sempre pronte ad abbracciare: c’è sempre qualcuno che ne ha bisogno.

-6- Aver passato in maniera eccellente l’esame di tecnologia delle costruzioni, statica e fisica, sapere come si progetta in legno, come si fa un computo metrico e come si organizza un cantiere. e poi dimenticarsene. che tanto qui si costruisce all’ultimo secondo e con quello che c’è!! (‘Va bene dimenticarsi di tutto, ma un pilastro in mezzo a una porta è proprio grave……’ ‘Eh, lo so, ma quando il muratore mi stava chiedendo dove mettere la porta, in quel momento stavo facendo altre 3 cose contemporaneamente!!’)

-7- Essere consapevoli che una gringa, trentenne, che parla male il portoghese, in un cantiere di uomini, ha un RANGO pari al 2 di picche in una partita di briscola.

-8- Indossare sempre dei pantaloni con le tasche, che altrimenti tocca mettere i disegni nel reggiseno.. e quando poi te li chiedono, di fronte ad una telecamera magari, non è serio…….

-9- Sapere che il MIRACOLO non arriva dal cielo, ma si costruisce, momento dopo momento, mattone su mattone.. e in ogni caso bisogna crederci e saperlo vedere!!!

-10- Vedere il VERO miracolo non tanto nella costruzione di una sala, in un murales o nella pulizia di un parco, ma negli occhi ispirati delle persone che partecipano al processo…loro sono i SEMI del cambiamento!

22

Guerrier* senz’Armi – Dia 23

È stato duro oggi, il quarto e ultimo giorno di Miracolo. Non tanto fisicamente (dopo 4 giorni di cantiere c’ho il muscolo del calendario che quasi si vede a occhio nudo! e ho più lividi io che macchie un leopardo!), quanto psicologicamente ed emozionalmente.

Ho sentito il peso della responsabilità, come guerriera, come architetta, come facilitatrice….

Emozionalmente non ne parliamo…!

Dopo 4 giorni di cantiere intenso, non è facile accettare che domani la comunità lavorerà sodo per finire il centro culturale, senza di noi.

E ancora meno facile sostenere gli occhi pieni di lacrime di Andreu, un bimbo della favela che ci ha seguito come fosse la nostra ombra, in ogni luogo, e e che quando ha saputo che ce ne saremmo andati presto… è scoppiato a piangere!!

Quindi.. il miracolo è appena iniziato: domani la comunità ce la metterà tutta per finire in un giorno la costruzione dell’edificio… che tra due giorni TUTTO il gruppo di guerriere e guerrieri andrà a visitare il risultato…

FORZA VILLA CHARMES!!!!

23

Guerrier* senz’Armi – Dia 24

ARIAAAAAAA!!!

Il quarto elemento porta con sé le qualità dell’espansione, della comunicazione, della libertà.

È ciò che ci accomuna, che ci rende tutti uguali, e in qualche modo fragili: sono pochi i minuti che possiamo sopravvivere in sua assenza.

Il respiro è il potere di essere presente nel qui e ora: io SCELGO ogni passo della mia vita (più o meno consapevolmente…)

Passiamo dunque dall’elemento Fuoco all’elemento Aria, dalla realizzazione alla celebrazione e alla rivoluzione!

24

Guerrier* senz’Armi – Dia 25

‘IL FUTURO APPARTIENE A COLORO CHE CREDONO NELLA BELLEZZA DEI LORO SOGNI’.

I guerrieri e le guerriere senz’armi sono come dei contadini.

Arrivano in un luogo, lo studiano, entrano in contatto con la sua essenza, analizzandone esposizione e risorse.

Arano la terra con gentilezza, preparando con eleganza dei bei solchi, dove mettere delicatamente tanti semini.

Poi innaffiano il tutto con passione, dedizione, affetto…..

E poi non resta che aspettare: a volte la terra è più fertile, altre è così triste che quasi si è dimenticata di come fare a dar frutti. Ma di sicuro qualcosa di spettacolare nascerà…

Oggi siamo andati a visitare le tre comunità, Morro di Teteo, Villa Charmes e Josè Menino. Che emozione incredibile vedere tanti bambini giocare laddove c’erano rifiuti e bananeri!!

Che potere incredibile, il SOGNO.27

Guerrier* senz’Armi – Dia 26

Il sesto passo dell’Oasis Game è la CELEBRAZIONE: RICONOSCIAMO IL CONTRIBUTO DI OGNUN* AL RISULTATO COLLETTIVO!

(Ovvero pianti a catinelle)

Oggi ultimo giorno nelle comunità: abbracciare tutta la criança con il grande punto di domanda se li rivedrò mai più…

Che cosa ho lasciato di me?

Ho davvero dato il massimo?

Questa è la parte per me più difficile (e ho pianto pochissimo: infatti mi è venuto il mal di gola…): sono arrivata in punta di piedi nella favela, mi sono innamorata in un battibaleno, ho lavorato in maniera instancabile fianco a fianco con i talenti e le risorse locali, ballando e cantando tutto il tempo…

E ora staccarmi da tutto questo, il più dolcemente possibile….. Ahi ahi ahi! che SAUDADE!!!!!

Ma tanto lo so, questa è la mia più grande risorsa e allo stesso tempo il mio limite che dovrò imparare a ‘controllare’: mi innamoro!!

25

Guerrier* senz’Armi – Dia 27

I giorni di programma che rimangono si contano su una mano..

E allora non sprechiamo neanche un attimo! BALLIAMO!!!!!!!

Stasera mega festa nel centro di Santos! E ovviamente mi trasformo in una ballerina gitana di MARACATÙ…

Che gioia! che guarigione profonda, abbandonarsi al suono dei tamburi e danzare come se non ci fosse un domani! CELEBRATION!!!!

Grandi, quelli del team di Elos, non c’è versi, spaccano di brutto!!!

Hanno una cura dei dettagli, un amore in tutto quello che fanno… che ispirazione per me!!!

Giulio e Ilaria preparatevi……

28b

Guerrier* senz’Armi – Dia 28

Poichè oggi è stato un giorno di teoria sulla leadership e non ho voglia di scrivere su questo tema, vi racconto cos’è la sveglia umana…

😊

Ogni mattina, a rotazione, un gruppo di guerrier* ha il compito di svegliare il resto del gruppo, con una musica, una canzone…

Svegliare in portoghese è ACORDAR… bello che in italiano ACCORDARE significhi trovare l’equilibrio tra tutti gli strumenti, no?

Ogni giorno una sfida, nel gruppo, come in ogni comunità… svegliarsi insieme, e trovare la via del dialogo, della costruzione comune, danzando insieme questa musica bellissima che è la Vita!

(mamma mia, quanta poesia stamani, nonostante 4 ore di sonno!!! sarà che stamattina, con il mio meraviglioso gruppo, MAKOÀ, abbiamo acordato con BELE MAMA?? )

29

Guerrier* senz’Armi – Dia 29

NHANDEREKÒ

Abbiamo giocato con i quattro elementi, e ne abbiamo esplorato e onorato le qualità: la forza e la concretezza della Terra, la resilienza e emotività dell’Acqua, il potere e l’azione del Fuoco, l’espansione e connessione dell’Aria.

Ma cos’è che, a partire dalla semplicità di questi elementi, rende possibile la complessità della Vita?

Qual’è quell’elemento magico che permette ad ogni cosa di nascere, crescere ed evolversi..?

Nhanderekò è la risposta!

Cos’è per voi?

😉

30

Guerrier* senz’Armi – Dia 30
In 4 giorni abbiamo fatto un miracolo.. cosa possiamo fare nei prossimi mesi??
Il settimo passo della filosofia Elos è la RI-EVOLUZIONE, per continuare ad espandere la capacità di sognare…
Cosa voglio fare alla fine del programma? Con chi? Perchè?
Non ho molti dubbi: la maggior parte dei miei sogni prende forma con Comunitazione, che sarà lo strumento attraverso il quale diffonderemo la metodologia Elos in Italia, e rafforzeremo la rete europea.
Mi sento privilegiata: la maggior parte de* guerrier* non hanno una comunità dove tornare. Io inizio ad avere un po’ di nostalgia del mio Paese, del gelato ai fichi maritati e del purè di fave.
E, soprattutto, non vedo l’ora di iniziare a progettare i prossimi OASIS GAME in giro per lo stivale!!! Siete pront*, Ilaria e Giulio, a giocare a cambiare il mondo? E tutte e tutti coloro che vorranno sostenerci e accompagnarci???

31

Guerrier* senz’Armi – Dia 32
ULTIMO GIORNO, anzi, ultima mattina… il tempo di abbracciare tutte le meravigliose persone incontrate in questo viaggio, ricordarsi dei mille progetti insieme per il futuro (TUTT* vogliono venire in italia!!), gli ultimi apprezzamenti e ringraziamenti, qualche lacrimuccia qua e là (io nemmeno mezza, troppo stanca anche per piangere!! aspetto l’arrivo delle emozioni nei prossimi giorni, appena mi rilasso)…
Alla fine del programma 6 incredibili guerrier* sono stat* selezionat* per uno speciale post-programma, nella bellissima spiaggia di Pauba.
Io sono tra quest*!!
Quindi, nei prossimi giorni, mi potrete trovare qui.

(credo che scriverò poco… poca connessione e moooooolte cose da fare…….)

33

Nel percorso del viaggio dell’eroe (in questo caso dell’eroina) una delle ultime prove, la più difficile, è qualcosa che tenta di impedirne il viaggio di ritorno.

È Nausicaa per Ulisse, è quel ‘dai facciamoci l’ultima birra’, sono le bellissime fanciulle che Mara manda a Siddhartha…..

Io mi sono trovata in una spiaggia di sogno, in un ‘inverno’ di quasi 30 gradi, pesce freschissimo comprato dal pescatore sulla spiaggia, 5 compagn* da sballo provenienti da Grecia, Colombia, New York, Rio e Lima che vogliono fare progetti in giro per il mondo… succhi di frutta fresca, mango, papaya, frutto della passione, una casetta di legno in riva al fiume, foglie di banano come tovaglie e caipirinha come se piovesse…..

….e ora???

32

In viaggio verso l’Italia, verso Casa…

Tempo di riconnettermi con la mia agenda, con le email, con i progetti dei prossimi mesi…

e mentre sfoglio le foto di questo mese, salgono le lacrime e si spande un sorriso…

SAUDADE non è nostalgia di qualcosa che non c’è più, quanto il ricordo di qualcosa di meraviglioso, che è lì, e nessuno potrà portar via, e che mi servirà da promemoria nei momenti difficili…

la mia strada potrà dividersi da quella degli altri guerrieri e guerriere, ma il battito sarà sempre lo stesso.

WE ARE ONE!

(Bigi, la solita fricchettona…)

saudade

CROWDFUNDING PER OASIS GAME

copertina

Car* amiche e amici, molti di voi conoscono il processo partecipativo che abbiamo facilitato a Ceglie Messapica (BR) e che si è concluso con la riqualificazione partecipata di un parco nel quartiere di Abbasc A Menele. In quei giorni ci siamo ispirati all’Oasis Game, una metodologia nata in Brasile e che si fonda sul concetto che ciascuna comunità ha in sé i talenti e le risorse per prendersi cura degli spazi comuni.

Siamo rimasti affascinati da questa pratica di cittadinanza attiva, tanto da volerne approfondire la conoscenza per diffonderla in Italia. Per questo abbiamo partecipato alla selezione per andare in Brasile per seguire la formazione, Guerrieri senz’Armi. Melania è stata selezionata per partecipare e a Luglio partirà per il corso.

Per rendere più sostenibile per Comunitazione questo percorso di formazione sull’Oasis Game abbiamo deciso di attivare un CROWDFOUNDING, una raccolta di fondi dal basso. Su questa piattaforma troverete tutte le informazioni necessarie a sostenere il progetto: PRODUZIONI DAL BASSO

A questo link tutte le info per attivare un conto paypal.

Se non avete un account paypal e volete contribuire potete darci una donazione a mano o farci un bonifico al nostro IBAN IT89F0335901600100000076136 specificando nella causale ‘Crowdfunding Oasis’

Ecco il video sul crowdfunding dove spieghiamo anche i 7 passi dell’Oasis Game:

…e quello che racconta del il processo di riqualificazione partecipata che abbiamo fatto a Ceglie e che si ispira all’Oasis Game:

 

RINGRAZIAMO PER IL LORO SOSTEGNO:

Valentina Catena

Piero D’Argento

Anna Blasco

Paolo Garbellini Rossi

Linda Magagna

Mara Mencarelli

Leopoldo Mencarelli

Andrea Degl’Innocenti

Niccolò Nerbini

Daniele Nuzzi

Fiorenzo Magagna

Cinzia Argenti

Silvia Maria Carniel

Stella Verin

Brian Mullin

Daniel Tarozzi

Roberta Radich

Paolo Pansini

Nadir Lorè

Carmen Santamaria

Roberta Radich

Maria e Roberto Toscano

Pietro e Carmela

Daniela Mugavero

Mariarita Savardi

Javier Fernandez

Ilsemaria Ratsch (Scholanova Varano)

Flora Leone

Laura Bigi

Antonio Bigi

Annarosa Bigi

CasaNetural (Matera)

Mirco Lodedo

LEADERSHIP E TRASFORMAZIONE DEI CONFLITTI

volantino

Lavorare in gruppo può essere una delle eperienze più gratificanti della nostra vita, ma può anche trasformarsi in un incubo. Questo accade perché nel lavorare con altre persone si innescano dinamiche di potere e leadership, di cui spesso non siamo consapevoli, che generano scontri e conflitti.

Questa profonda crisi culturale, economica, ecologica e politica, ci offre un’opportunità straordinaria: sviluppare dentro ognuno di noi un modello di leadership che ispiri e motivi gli individui e i gruppi a collaborare insieme per il bene comune. Per fare questo abbiamo bisogno di elaborare nuovi miti individuali e collettivi.

L’arte del processo e la democrazia profonda ci offrono strumenti e attitudini per liberare il potenziale individuale e collettivo, per far emergere i tesori nascosti dietro i conflitti, per apprendere a guidare con presenza, facilitando il cammino che porta da un’idea di leadership individuale, autoritaria e verticistica ad un nuovo mito:
una leadership capace di condividere il potere, una leadership condivisa.

ANA RHODES CASTRO è Psicoterapista Transpersonale, supervisore e coach formatasi in Process Oriented Psichology ed altre metodologie. Da anni conduce trainings in tutto il mondo sui temi della Leadership, della gestione dei gruppi e della facilitazione creativa dei conflitti attraverso la metodologia della Deep Democracy, temi sviluppati personalmente anche attraverso la presidenza e la gestione manageriale della Findhorn Foundation, in Scozia, di cui è membra dal 1994.

Ed ecco i bellissimi disegni di Giuseppe Berardi, che ci raccontano i temi principali affrontati in questi due giorni meravigliosi!

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

COSTO DEL SEMINARIO

80 | 100 | 120 euro

Paga in base alle tue possibilità: perché per noi è molto importante che questo corso sia accessibile al maggior numero di persone.

Paga alla fine: in base a quanto per te vale il lavoro fatto con questo corso.

Paga e sostieni: non stai solo pagando il corso ma sostenendo il lavoro che Comunitazione fa per organizzare gli appuntamenti di Democrazia Profonda in Puglia.

Riempi la macchina! Vieni con 4 amici… e tu partecipi gratuitamente!

 

Info e iscrizioni: asscomunitazione@gmail.com
Ilaria 393 9195170 Melania 3394454286

ISCRIVITI COMPILANDO IL MODULO!

AVETE BISOGNO DI OSPITALITA’? Stiamo cercando di organizzare una rete di ospitalità diffusa: CHIEDIAMO A CHIUNQUE POSSA METTERE A DISPOSIZIONE UN LETTO, UN DIVANO O UNA STANZA DI FARCELO SAPERE.

Per chi cerca invece una sistemazione più “classica” vi indichiamo di seguito i nomi dei B&B che trovate a Ceglie. Visto il periodo estivo vi consigliamo di prenotare per tempo.

http://www.bbsantannaceglie.it/

http://www.hotelmadonnadellegrazie.it

http://www.frammentiditria.com/

 

ASSORETI A MARTINA E CRISPIANO

martina-volantino

Un percorso tra le associazioni di volontariato di Martina Franca e Crispiano, che ha come obiettivi la conoscenza e messa in relazioni delle organizzazioni del territorio e la promozione delle organizzazioni stesse sul territorio, in maniera non convenzionale, creativa e divertente, attraverso l’esperienza pratica di progettazione in rete.

Per raggiungere questi obiettivi abbiamo quindi organizzato una serie di incontri, dal momento di conoscenza delle associazioni, alla progettazione partecipata di un evento finale che serva a promuovere le attività delle organizzazioni e a far nascere relazioni con il territorio e i cittadini.

 

OASIS GAME A CEGLIE

Come possiamo dar voce al bisogno sempre più forte di comunità e di incontro?

Come progettare sistemi complessi dove la diversità non sia un limite ma una risorsa?

Quali strumenti possiamo utilizzare per sviluppare una leadership condivisa, per passare da un progettare su ad un progettare con?

Dal bisogno di rispondere a queste domande è nata l’associazione Comunitazione.

Nel 2014, per la prima volta in Italia, abbiamo sperimentato l’Oasis Game in un quartiere di Ceglie Messapica (BR). Il punto di forza di questa metodologia sta nel valorizzare la bellezza e le risorse latenti dei luoghi e delle persone.

Abbiamo deciso, grazie ad un finanziamento della Regione Puglia, di recuperare due spazi verdi di un quartiere periferico della città: Abbasc’ a Menele. La sfida era riuscire a coinvolgere la comunità locale.

Seguendo i Sette Passi della metodologia OASIS, come prima cosa, arrivati nel quartiere, abbiamo messo in atto l’OSSERVAZIONE APPREZZATIVA, ossia la capacità di scoprire abbondanza e bellezza dove generalmente si vedono scarsità e degrado.

Passeggiando, incontrando gli abitanti, chiedendo informazioni, abbiamo individuato i punti di forza del luogo. In maniera naturale si sono sviluppate RELAZIONI e FIDUCIA, i primi ingredienti per risvegliare nelle persone la sensazione di far parte di una comunità.

Abbiamo quindi organizzato una festa dei talenti, invitando le persone del quartiere a riconoscere e a mostrare le proprie passioni e competenze.

Lo scopo di questa festa è stato far emergere la consapevolezza che le risorse di cui abbiamo bisogno sono disponibili qui e ora, che la soluzione è racchiusa all’interno stesso del problema.

Abbiamo poi raccolto i SOGNI, chiedendo agli abitanti del quartiere quali erano i loro desideri per le aree designate, e nella fase della PROGETTAZIONE li abbiamo aiutati a creare un sogno collettivo che in qualche modo tenesse conto dei desideri di tutti.

È stato emozionante vedere le persone responsabilizzarsi rispetto ai propri sogni disegnando e costruendo modelli su tavoli di lavoro, sostituendo così l’idea del cittadino che delega con un nuovo status di cittadino attivo che si assume in prima persona la responsabilità della cura degli spazi comuni. Questo aspetto della metodologia Oasis è molto vicino all’idea che sta alla base del Regolamento per l’Amministrazione Condivisa (labsus.it) nato a Bologna un anno fa e subito adottato da moltissimi altri Comuni italiani.

Dopo aver progettato siamo passati all’AZIONE!

Insieme, in 3 giorni e con poche migliaia di euro, abbiamo trasformato due spazi abbandonati e degradati in due meravigliosi giardinetti pieni di vita, realizzando panchine autocostruite, giochi, fioriere, tavoli, murales e molte altre cose.

Dopo i giorni dell’azione abbiamo organizzato tutti insieme la festa di inaugurazione del giardino da parte del quartiere. È stato un momento bellissimo di CELEBRAZIONE del lavoro fatto insieme.

In pochi mesi quei luoghi hanno iniziato a vivere, a legarsi alle persone e alle storie, storie di compleanni, di serenate, di giochi di bambini, occasioni speciali o semplici momenti di una nuova quotidianità vissuta in uno spazio divenuto il simbolo a Ceglie della riappropriazione di un bene comune.

Siamo così arrivati all’ultimo passo: la RI-EVOLUZIONE. Abbiamo aperto un nuovo ciclo di possibili sogni e trasformazioni. Un gruppo di abitanti continua a vedersi e a creare occasioni per coinvolgere il quartiere nel prendersi cura di quei luoghi.

Per loro la sfida è come possiamo portare avanti e rendere sostenibile nel tempo quello che abbiamo creato insieme?

Per noi, in quanto facilitatori del processo, la sfida è come possiamo, da dare alle persone gli strumenti necessari perché possano poi gestire da soli quegli spazi?

Ecco il video!

 

UNA FESTA PER CASARMONICA

La festa di celebrazione dei 10 anni dell’associazione Casarmonica è stata la prima occasione per collaborare con le varie associazioni di Ceglie Messapica e per incontrare gli abitanti del quartiere su cui si sarebbe realizzato il progetto Oasis.

ComuniTazione, insieme alle associazioni Passo di TerraZion, si è occupata della sistemazione dello spazio verde intorno al trullo, dell’animazione dei bambini, dell’open bar Paga il conto con un racconto che ha portato alla creazione dell’Albero delle storie.

WORLD CAFè IN TOUR

…quanto ci piace chiacchierare al bar!

la modalità semplice, informale e gioiosa del World Café, che si adatta così bene alla nostra cultura, ha da subito suscitato un grande interesse anche fuori da Ceglie Messapica, così in pochi mesi siamo stati chiamati a facilitarne diversi in giro per la Puglia!

World Cafè a CRISPIANO, in occasione dei 35 anni dell’ARCI…

DSC_0768_1

…A Grottaglie presso l’Associazione Babele, abbiamo parlato di integrazione sul territorio!

… a Villa Castelli sui beni naturalistici e a MOTTOLA per creare una rete tra le associazioni locali…

…a Ceglie Messapica durante il Festival dei Giochi Tradizionali!

 

 

LABORATORI DAL BASSO

Abbiamo organizzato un ciclo di corsi di formazione sulla figura del Facilitatore nei Processi Partecipativi. I laboratori, che si svolgeranno a Ceglie Messapica (BR) tra ottobre e novembre 2014, sono aperti a tutti e completamente gratuiti grazie al finanziamento della Regione Puglia Laboratori dal Basso.

i laboratori si possono seguire anche attraverso la diretta streaming o si possono scaricare in un secondo momento dal sito www.laboratoridalbasso.it.

per maggiori informazioni e iscrivervi potete scrivere a asscomunitazione@gmail.com. vi consigliamo inoltre di iscrivervi al gruppo FB dove daremo comunicazione delle eventuali variazioni.

Vi chiediamo cortesemente di girare queste informazioni nelle vostre liste o alle persone che credete possano essere interessate all’argomento!

Ecco il programma:

orario: mattina 9.30-13.00, pomeriggio 15.00-18.30
presso il Palazzo ex Albergo Ferrovia- Via Chiesa, Centro Storico Ceglie Messapica

9-10-11 ottobre – Javier Fernandez – Governance e organigrammi resilienti: come creare strutture efficienti per organizzare team di lavoro.Prendere decisioni efficaci e creative in scenari complessi.
Metodi decisionali: come progettare processi di consenso eccellenti e creare proposte nei gruppi. L’esperienza di “”Altekio, Iniciativas hacia la Sostenibilidad””.
Pro-Action Café e Appreciative Inquiry: metodologie per sostenere la creatività nei gruppi e per dare impulso a processi innovativi nelle organizzazioni.
Future Scenario (I): metodologia partecipativa per la pianificazione resiliente in scenari complessi e incerti. Introduzione, driver, fattori e scenari iniziali.
Future Scenario (II): casi di studio, temi di discussione e costruzione di narrazioni creative per il futuro.
Backcasting/retrospettiva: come progettare proposte resilienti per un futuro incerto.

22-23-24 ottobre – Sara Seravalle – Le basi dello sketchnoting e visuals: lettering, icone, colore e contenitori.
Metafore e templates nella facilitazione visuale.
Graphic recording e facilitazione visuale: Individuare il conflitto e rappresentarlo: visual storytelling.
Facilitare il conflitto: ricerca e rappresentazione delle soluzioni.
Esplorando conflitti e esperienze: la sintesi visuale e lo sketchnoting.
Teoria di gestione creativa dei conflitti.

6-7-8 novembre – Ana Rhodes Castro – Il Process Work e la Democrazia Profonda: concetti di base di un metodo per un nuovo modello di leadership.
Lo sviluppo delle capaciltà personali nella comunicazione e nella facilitazione: imparare a rimanere in equilibrio nel fuoco di conflitti multi-livello.
Dal lavoro personale (innerwork) all’attivismo sociale (worldwork): la teoria sistemica dei gruppi ed il concetto di campo.
Come sviluppare e utilizzare le diversità nei gruppi e nelle organizzazioni, riconoscendo ruoli, ranghi e privilegi. Gli aspetti emozionali e creative nella risoluzione di un conflitto.
La consapevolezza della Democrazia Profonda: come trasformare organicamente le organizzazioni in sistemi sostenibili e resilienti.
Facilitare in team: la Democrazia Profonda nella gestione dei conflitti all’interno di un gruppo di lavoro. L’esperienza della Findhorn Foundation.

12-13 novembre – Serenella Paci – Il metodo Metaplan®: strumenti di comunicazione per gruppi di progettazione e apprendimento. La visualizzazione dei contenuti nel lavoro di gruppo, regole e tecniche di moderazione. “Regole e tecniche di moderazione con il Metaplan®.
Presentazione di casi di studio.” Come preparare una moderazione: esercitazione su come moderare un gruppo di discussione. Moderazione di un gruppo di discussione da parte dei partecipanti. Presentazione di casi di studio.

24 novembre – Giulio Ernesti – Le basi teoriche della tecnica Charette. Alcuni esempi reali: la vicenda del Cavalcavia Bussa a Milano nel Quartiere Isola.
Lavoro pratico su un caso concreto: un quartiere di Ceglie che presenta criticità. Realizzazione di una Charette.

26-27 novembre – Lorenza Soldani – Sociolab: cambiamenti, successi e ostacoli di un’impresa di progettazione partecipativa al femminile. Analisi di casi studio e lavoro in piccoli gruppi sulla strutturazione di un processo partendo dal problema.
Analisi di una struttura di processo e delle diverse tipologie: individuazione di casi su cui lavorare in piccoli gruppi.
Laboratorio sulla costruzione del processo utilizzando casi reali: lavoro in gruppi per la scrittura del processo e presentazione dei casi in plenaria

 

locandina